Archives

Zona arancione

DAL 12 APRILE 2021 LA LOMBARDIA TORNA ZONA ARANCIONE

Ricordiamo che:

– le librerie rimangono aperte anche con la zona arancione;

– se nel proprio comune di residenza non c’è una libreria, è consentito recarsi nel comune più vicino ove ve ne sia una;

– la Libreria Cremasca è aperta con i consueti orari.

RIFERIMENTI DI LEGGE:

– Il DPCM del 10 aprile 2020 (art. 1, comma Z, Allegato 1), ha riconosciuto i libri come “generi di prima necessità”;

– Il DPCM del 2 marzo 2021, prorogato dal DL n. 44 del 1° aprile 2021, ribadisce che sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 tra cui rientrano le librerie (“commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati”);

– Il DPCM del 2 marzo 2021, all’art. 35, comma 2 (spostamenti in zona arancione), prorogato dal DL n. 44 del 1° aprile 2021, stabilisce che: “È vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per […] usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”.

CHIUSURA PASQUALE

Domenica 04/04 la Libreria Cremasca rimarrà chiusa. Riapriremo con i consueti orari martedì 06/04. Buona Pasqua!

Zona rossa

DAL 15 MARZO 2021 LA LOMBARDIA DIVENTA ZONA ROSSA

Ricordiamo che:

– le librerie rimangono aperte anche con la zona rossa;

– se nel proprio comune di residenza non c’è una libreria, è consentito recarsi nel comune più vicino ove ve ne sia una;

– la Libreria Cremasca è aperta con i consueti orari.

RIFERIMENTI DI LEGGE:

– Il DPCM del 10 aprile 2020 (art. 1, comma Z, Allegato 1), ha riconosciuto i libri come “generi di prima necessità”;

– Il DPCM del 2 marzo 2021 ribadisce che sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 tra cui rientrano le librerie (“commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati”);

– Il DPCM del 2 marzo 2021, all’art. 35, comma 2 (spostamenti in zona arancione) stabilisce che: “È vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per […] usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”;

– Il DPCM del 2 marzo 2021, all’art. 40 (spostamenti in zona rossa), comma 3, prevede che: “Il transito sui territori in zona rossa è consentito […] nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti ai sensi del presente decreto”, come, per esempio, il succitato art. 35, comma 2.

2° Concorso Letterario “Lion Piera Merico Buzzella”

Il LIONS Club Crema Gerundo indìce la seconda edizione del Concorso Letterario Lion Piera Merico Buzzella finalizzato a dare visibilità al talento delle donne nella scrittura.

REGOLAMENTO
Art. 1 TEMA: Concorso di scrittura per racconti brevi a tema:
Il mio capo si chiama Margherita. Considerazioni e aspettative con una donna al comando.
Art. 2 PARTECIPANTI: Il concorso è riservato alle donne che abbiano compiuto i 18 anni d’età entro la data ultima di consegna degli elaborati.
Art. 3 QUOTA D’ISCRIZIONE: La partecipazione al concorso è gratuita.
Art. 4 ELABORATI: Le partecipanti potranno presentare un solo elaborato di loro produzione, scritto in lingua italiana e rigorosamente inedito. La lunghezza dei testi non dovrà superare le 4 facciate di foglio A4, scritte con carattere Times New Roman corpo 12 e ogni facciata dovrà contenere non più di 2000 battute, spazi esclusi.
Art. 5 MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE: Il testo dovrà essere prodotto su supporto cartaceo (5 copie). Il testo non dovrà in alcun punto recare indicazione del nome dell’autore o altro riferimento che consenta il riconoscimento di quest’ultimo, pena l’esclusione del racconto dal concorso.
Il nome dell’autore con i relativi dati personali dovrà essere indicato a parte sulla scheda di iscrizione, che sarà possibile trovare sul sito www.lionsclubcremagerundo.it, e presso la Libreria Cremasca – Francesco Brioschi Librerie in via G. Matteotti 10/12 a Crema (CR).
La scheda d’iscrizione compilata e l’informativa privacy firmata andranno inseriti in una busta anonima e chiusa.
Le 5 copie del testo e la busta chiusa contenente la scheda d’iscrizione compilata e l’informativa privacy firmata dovranno essere inseriti in una altra busta sigillata che recherà soltanto la scritta: “2° CONCORSO LETTERARIO LION PIERA MERICO BUZZELLA”. I testi non saranno restituiti.
Art. 6 SCADENZA: La busta dovrà essere consegnata o spedita (farà fede il timbro postale) alla Libreria Cremasca – Francesco Brioschi Librerie in via G. Matteotti 10/12 – 26013 Crema (CR) entro e non oltre il giorno 12/06/2021. I testi pervenuti successivamente non verranno presi in considerazione.
Art. 7 VALUTAZIONE: Tutti i lavori saranno sottoposti al giudizio di una giuria di 5 persone, nominata dal Lions Club Crema Gerundo (i nominativi saranno resi noti il giorno della cerimonia di premiazione). La giuria determinerà una classifica basandosi sulla propria competenza, sensibilità artistica e umana, in considerazione della qualità dello scritto, dei valori dei contenuti, della forma espositiva e delle emozioni suscitate. Il giudizio della giuria sarà inappellabile e insindacabile. A parità di voti, il ballottaggio sarà risolto con una ulteriore votazione della giuria. I vincitori saranno informati secondo le modalità indicate da ciascun partecipante nel modulo di partecipazione.
Art. 8 – PREMIAZIONE: La proclamazione della vincitrice e la consegna dei premi avrà luogo a Crema (CR) presso la Libreria Cremasca – Francesco Brioschi Librerie in via G. Matteotti 10/12 nel mese di settembre 2021, in data che sarà resa nota in tempo utile.
Art. 9 PREMI: Saranno assegnati i seguenti premi:
1° classificata: euro 800,00 e targa.
2° classificata: euro 500,00 e targa.
3° classificata: euro 300,00 e targa.
I premi dovranno essere ritirati personalmente dalle vincitrici o, in caso di forzato impedimento, da comunicare e giustificare preventivamente alla segreteria organizzativa, da persona da loro designata. I premi non ritirati, non verranno assegnati. In alcun caso saranno inviati i premi per posta o altro mezzo.
Art. 10 DIRITTI D’AUTORE: Gli autori, per il fatto stesso di partecipare al concorso, cedono il diritto di pubblicazione al promotore del concorso senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori.
Art. 11 PUBBLICITÀ: Il concorso e il suo esito saranno opportunamente pubblicizzati attraverso i social, la stampa locale, il sito e le pubblicazioni LIONS.
Art. 12 ALTRE NORME: La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento, senza alcuna condizione o riserva. La mancanza di una sola delle condizioni che regolano la validità dell’iscrizione determina l’automatica esclusione dal concorso letterario.
Art. 13 RESPONSABILITA’: Gli organizzatori declinano ogni responsabilità per eventuali casi di plagio, che saranno eventualmente risolti in sedi e con mezzi estranei al Concorso stesso.
Art. 14 CODICE ETICO: Il contenuto delle opere deve essere moralmente responsabile; senza offendere i valori etici, culturali e religiosi e privo di termini di dubbio gusto, pena immediata eliminazione.
Art. 15 PRIVACY: Ai sensi della normativa vigente sulla tutela dei dati personali (GDPR 2016/679) il trattamento degli stessi e delle immagini, di cui si garantisce la massima riservatezza, è effettuato esclusivamente ai fini inerenti il concorso. L’informativa con tutti i dettagli è reperibile sul sito www.lionsclubcremagerundo.it e dovrà essere firmata ed allegata alla scheda di iscrizione.

Info e Contatti: Tel: 3385312212

E-mail: lionsclubcremagerundo@gmail.com

Scarica il regolamento.

Scarica la scheda d’iscrizione.

Scarica l’informativa sulla privacy.

12 MARZO 2020 -> 12 MARZO 2021

Un anno fa cominciava il primo confinamento, il più restrittivo. Ripercorriamo le tappe da allora a oggi.

1. Il 12 marzo 2020 la Libreria Cremasca ha chiuso i suoi locali in ottemperanza del DPCM dell’11 marzo 2020

2. L’8 aprile 2020 siamo tornati nel negozio ancora chiuso al pubblico e, dopo aver ottenuto le relative licenze, abbiamo iniziato a spedire e consegnare a domicilio i libri.

3. Il DPCM del 10 aprile 2020 (art. 1, comma Z, Allegato 1), ha riconosciuto i libri come “generi di prima necessità” permettendo alle librerie di riaprire dal 14 aprile 2020 in tutta Italia, ma…

4. … a questo punto è stata l’Ordinanza n. 528 della Regione Lombardia del 11 aprile 2020 (art. 1.2 comma A) a impedire la riapertura della libreria: infatti, consentiva la vendita al dettaglio di libri solo nei supermercati. Tale Ordinanza è rimasta in vigore dal 14 aprile al 3 maggio 2020. La successiva Ordinanza n. 537 della Regione Lombardia del 30 aprile 2020 non ha più posto ostacoli alle librerie che hanno potuto finalmente riaprire anche in Lombardia come nel resto del paese.

5. Permaneva comunque il divieto di organizzare conferenze e presentazioni di libri. Solo il 27 giugno 2020 abbiamo potuto ricominciare a incontrare gli autori dal vivo, avendo l’onore di inaugurare la stagione culturale di CremArena e di co-organizzare il primo evento in presenza a Crema dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

6. Il 9 ottobre 2021 abbiamo organizzato l’ultimo incontro con l’autore prima di una nuova interruzione:

7. infatti, il DPCM del 25 ottobre 2020 ha imposto la chiusura di cinema, sale da concerto e teatri vietando ogni forma di spettacolo dal vivo.

8. Il DPCM del 3 novembre 2020 ha introdotto la suddivisione in zone gialle, arancioni e rosse, mantenendo in tutti i casi il divieto di organizzare spettacoli dal vivo.

9. Il DPCM del 3 marzo 2021 prevede la possibilità di riaprire dal 27 marzo 2021, in zona gialla, sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali (art. 15). Permane, invece, il divieto di organizzare convegni e congressi (art. 13).

Ora resta da capire in quale delle due categorie ricadano conferenze e presentazioni di libri…

Alla scoperta della Persia letteraria

Venerdì 26 febbraio, “Sette”, il settimanale del “Corriere della Sera”, ospiterà un’intervista a Francesco Brioschi, titolare dell’omonimo gruppo editoriale, che parlerà delle collane di libri dedicate ai romanzi iraniani (finora otto titoli pubblicati) e alla letteratura persiana per l’infanzia (sette titoli). L’intento dell’editore è quello di far conoscere le civiltà che attorniano l’Europa (Russia, Turchia, Iran, paesi arabi e Africa) senza il filtro degli occhi occidentali, ma direttamente dall’interno, attraverso i romanzi e i libri per l’infanzia degli autori di quei paesi.

Lo stesso giorno, la Libreria Cremasca – Francesco Brioschi Librerie proporrà uno speciale allestimento dedicato ai libri iraniani e trasmetterà sulla propria pagina Facebook (e sul canale Youtube di Francesco Brioschi Editore) una conversazione tra Tiziana Buccicco, collegata da Roma e Babak Karimi in collegamento da Teheran, sperimentando un’inedita triangolazione Crema-Roma-Teheran. L’evento è previsto per le ore 18,00 di venerdì 26 febbraio 2021.

Tiziana Bucicco classe 1969, per otto anni, dal 2009 sino al 2017, è stata in Iran occupandosi a tempo pieno della Scuola Italiana “Pietro della Valle” di Teheran, come vicepresidente. Da allora la passione per i viaggi e le culture diverse è cresciuta e si è anche trasformata in una collaborazione con la Treccani sul tema Via della Seta. Rientrata in Italia si occupa di social media, politica, giornalismo, arte contemporanea ed eventi culturali mantenendo così un filo diretto con quella parte del mondo che le ha cambiato la vita. Social media manager dell’Istituto Garuzzo per le Arti Visive, collaboratrice del giornale online Moondo e tante altre cose che riguardano l’Iran e la Via della Seta.

Babak Karimi, attore e montatore iraniano, è nato a Praga nel 1960 da genitori persiani entrambi legati al mondo del cinema: il padre, Nosrat Karimi (1924-2019), è stato un attore, regista e drammaturgo e sua madre, Alam Danai (1931-2020), è stata un’attrice di teatro e regista. Impegnato sul set fin da bambino, all’età di 11 anni si trasferisce a Roma dove si specializza in ripresa e montaggio all’Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione. Ha recitato in vari film di produzione italiana e iraniana, tra cui Una separazione di Asghar Farhadi che gli ha valso la vittoria dell’Orso d’argento per il miglior attore al Festival di Berlino 2011. È un punto di riferimento per i rapporti tra l’Italia e il cinema iraniano e consulente della Biennale Cinema di Venezia. Tra gli ultimi lavori in Italia la serie televisiva La linea verticale di Mattia Torre e il film Figli sempre dello stesso regista. Ha recitato nell’ultimo film con Sofia Loren La vita davanti a sé candidato ai Golden Globe come Migliore Film straniero.

Omaggio per i quarant’anni dalla prima pubblicazione di Spotty

In questo periodo di limitazioni dovute alla pandemia in cui non è possibile organizzare conferenze, incontri con gli autori e presentazioni, la Libreria Cremasca ha pensato di allestire una piccola esposizione come omaggio per i quarant’anni dalla prima pubblicazione di Spotty. Chi è stato bambino negli anni Ottanta ricorderà il simpatico cagnolino giallo con un punto (spot) marrone sul mantello.

Spotty fu creato dall’illustratore inglese Eric Hill (1927-2014) per intrattenere il figlio Christopher nel 1976. Qualche anno più tardi il cucciolo divenne protagonista del primo albo illustrato pubblicato da Frederick Warne & Co. nel 1980. Nel 2020 erano dunque quarant’anni dall’uscita della prima avventura intitolata Where’s Spot?. In lingua inglese, infatti, il nome del cagnolino è Spot, mentre in italiano fu cambiato in Spotty, probabilmente per evitare di richiamare l’anglismo usato per gli annunci pubblicitari. Il primo volume fu pubblicato nel nostro paese da Fabbri nel 1982. Recuperati i primi due anni di scarto, le edizioni italiane sono proseguite di pari passo a quelle in lingua inglese fino al 1998 con oltre venti albi e numerose riedizioni che continuano ancora oggi. Il tenero cucciolo ha venduto oltre 60 milioni di copie in tutto il mondo. Alle avventure di Spotty si sono presto affiancate altre pubblicazioni più strettamente didattiche legate ai numeri, le forme, i colori ecc. Per i servizi resi a favore della letteratura per l’infanzia, soprattutto in età prescolare, nel 2008 Eric Hill fu nominato cavaliere dell’Ordine dell’impero Britannico.

 Per celebrare questo anniversario la Libreria Cremasca espone una raccolta di albi italiani degli anni Ottanta-Novanta e altri gadget legati al mondo di Spotty.

L’allestimento è realizzato nei locali della libreria ed è visitabile liberamente durante gli orari di apertura del negozio: martedì-sabato 9,00-12,30 e 15,00-19,00; domenica 10,00-12,30 e 15,00-19,00. Chiuso il lunedì.

Ricordiamo che la capienza massima del locale consentita delle normative anti covid-19 è di 8 persone.