Incontro con l’autore: Gabriele Dadati

Incontro con l’autore: Gabriele Dadati

La Libreria Cremasca è lieta di annunciare la presenza in libreria sabato 26 maggio dell’autore Gabriele Dadati per la presentazione del suo libro “L’ultima notte di Antonio Canova”, Baldini&Castoldi, 2018.

Nato nel 1982 a Piacenza, Gabriele Dadati è scrittore, editor, insegnante di scrittura e collaboratore di varie testate.  

E’ stato finalista con Sorvegliato dai fantasmi per come Libro dell’anno per Fahrenheit di Radio 3 Rai e ha partecipato al Premio Strega con il romanzo Piccolo testamento.

“L’ultima notte di Antonio Canova” è il suo libro più recente.

“Venezia, ottobre 1822. Al secondo piano di Palazzo Francesconi, un uomo è steso nel suo letto di morte. Si chiama Antonio Canova ed è il più grande artista del mondo. Al suo fianco è seduto il fratellastro Giovan Battista Sartori, che prova per lui un immenso amore. Ma ora ad Antonio non importa più essere confortato. Vuole rendere un’ultima confessione prima di andarsene. È così che torniamo al 1810, quando lo scultore è a corte dell’altro uomo del secolo, Napoleone Bonaparte. Diversissimi, eppure accomunati dal destino di essere rimasti ben presto orfani di padre e di non aver saputo essere padri a loro volta. Tra di loro, nucleo incandescente, Maria Luisa: imperatrice poco più che bambina, pendolo segreto in movimento tra la seduzione del potere e la difesa di una purezza impossibile. Nel suo lungo e appassionato racconto, Canova rivela al fratello la miccia che ha incendiato e distrutto le loro vite. E trova, nella compassione dell’ascolto e nel conforto del sogno, il vero seme della sua discendenza.”

Antonio Canova (Possagno, 1º novembre 1757 – Venezia, 13 ottobre 1822) fu il più grande artista della sua epoca tanto che il suo nome è ancora oggi sinonimo di neoclassicismo, lo stile di cui fu il sommo interprete. Svolse anche un fondamentale ruolo politico nella tutela del patrimonio culturale italiano che grazie a lui tornò in gran parte nella penisola dopo che le requisizioni napoleoniche lo avevano condotto al Louvre e in altri musei di Francia. Ebbe stretti legami con Crema, due sue sculture erano infatti presenti nella nostra città: una Tersicore, in palazzo Toffetti Schiavini Crivelli e una Corinna commissionata nel 1819 dal conte Girolamo Vimercati Sanseverino. Soprattutto però fu amico del conte Faustino Tadini (1774-1799) che compilò il primo catalogo delle opere dello scultore. Per lui Canova realizzerà tra il 1819 e il 1821 il monumento funebre tuttora presente nell’Accademia di belle arti Tadini di Lovere.

“L’ultima notte di Antonio Canova” è un romanzo avvincente, che unisce Storia, Arte e passioni in un connubio accurato ed elegante.

L’autore sarà presente presso la Libreria Cremasca a partire dalle 16.30 di Sabato 26 maggio per presentare il suo romanzo e per firmare le copie dei lettori.

Non mancate!

Libreria Cremasca

via Cavour 41

Crema (Cr)

Gabriele Dadati

L’ultima notte di Antonio Canova

sabato 26 maggio, ore 16.30